Biografia
  • Biografia

    Interessato dalla nascita a tutto cio' che e' Arte: figurativa e musicale, Roberto Vanzetto lascia la musica composta e suonata come pura passione e si dedica alla professione di disegnatore.

    Dopo essersi diplomato Grafico Visivo nel 1983, inizia come illustratore e grafico freelance, lavorando per studi grafici e collaborando come storyboarder presso la Mondadori Editore.
    Nel 1986 entra nel mondo del Fashion in qualita' di Textile Designer, avvicinandosi al computer, che si rivelera' una grande passione. Non solo grafica e CAD ma anche hardware e programmazione.

    Alla fine degli anni novanta, l'unione delle capacita' creative e manuali con la passione dell'informatica lo indirizza verso quel nuovo universo che si sta formando: Internet e la multimedialitá. All'inizio del 2000 si dedica professionalmente al Web Design, divindendosi come tecnico/programmatore ma anche creativo/esecutivista realizzando prodotti multimediali ma anche grafica tradizionale stampata.

    Nel poco tempo libero rimasto tra lavoro e famiglia, mantiene l'interesse per tutte le forme d'Arte, dedicandosi al puro disegno, pittura, scultura, fotografia, produzioni video e musica.

     




    YouTube SoundCloud Facebook
    Twitter Google Plus instagram
  • Musica

    Tutto cominciò con il...

    battipanni ;) e a tre anni con un po' di fantasia suonava pure; un suono un po' distorto alla "Hendrix". Con il tempo mi venivano regalati strumenti più o meno "veri", per cui sono cresciuto con chitarre, trombette, tastiere e a 10 anni vincevo un concorso di giovani talenti in un circo suonando "il carnevale di Venezia" con l'armonica a bocca accompagnato dai musicisti circensi. A scuola ero un "enfant prodige" con il flauto, in quel periodo cominciavo a conoscere seriamente da autodidatta il pianoforte e la chitarra.
    Il primo bivio importante che incontrai fu decidere di intraprendere studi musicali o di disegno. L'incoraggiamento avuto dagli insegnanti di entrambe le materie rendevano la scelta ancora piú difficile.

    Intrapresi gli studi d'Arte e la professione di Grafico / Disegnatore, mantenendo quindi la musica come semplice "passione" e passatempo. Non sono mai stato particolarmente un bravo esecutore, ma piuttosto un prolifico compositore e creatore di suoni con il sintetizzatore analogico.
    Negli anni ho ascoltato tutti i generi musicali da tutto il mondo e assorbito tecniche e sfumature che ho poi inserito nelle composizioni polifoniche con tastiere workstation collegate al PC utilizzando software di Studio/Home Recording che permettono registrazioni multitraccia e di divertirsi con arrangiamenti orchestrali!

    Continua
  • Disegni

    Fumetti

    Illustrazioni

    Ritratti

    Dipinti Acquerello

    Dipinti Olio

    Scultura & Modellato

    Volantini

    Manifesti & Locandine

    La mia Musica

    altri video su youtube.com/errevi64
  • Miti

    Influenze musicali

    » Mark knopfler é stato il primo esempio a cui mi sono ispirato nell'apprendere le basi della chitarra, avvicinandomi al suo stile in modo naturale preferendo l'utilizzo delle dita a scapito del plettro sia nell'acustica che l'elettrica.

    » Pat Metheny é invece il Maestro che non mi stancherei mai di ascoltare. La sua musica mi entra nel sangue, provocando sensazioni come quando suono ed entro in un mondo "parallelo".

    » Un po' tutto il genere Rock Progressiv di fine anni settanta ha influenzato il mio modo di suonare e comporre. Dai Pink Floyd, Rush, Genesis, Yes, fino ad Alan Parsons Project e Toto.

    Gli Art of Noise, precursori del campionatore, sono stati di ispirazione in un periodo di sperimentazione elettronica. Nuovi suoni e campioni (sample) sono molto presenti nella raccolta "AEHH".

  • Foto1
  • Foto2
  • Foto3
Copyright 2016 errevi64